Visione e organizzazione per risultati straordinari

Visione e organizzazione per risultati straordinari

In Blog by Emanuela MirizziLeave a Comment

Con Marco Rotella lungo il cammino di Lech Walesa

Quello che di Lech Walesa ci ha colpito durante il secondo soft skill lab è stato il suo essere un uomo semplice, comune, a tratti rude ma guidato da una grande consapevolezza e da una visione strategica eccezionali.

Grazie a queste capacità Walesa è riuscito a fare grandi cose partendo da zero e ad essere, tutt’oggi, un personaggio simbolo della rivoluzione pacifista che ha portato alla nascita del primo grande movimento sindacalista del blocco sovietico.

Lech Walesa ci regala un esempio concreto di capacità di visione.

Come ci insegna Marco Rotella – Coach & Consulente di direzione – la capacità di visione non è solo un qualcosa di innato ma è una competenza che può essere costruita ed allenata. Come? Imparando a conoscere noi stessi e quello che ci circonda.

Visione e organizzazione per risultati straordinari
Marco Rotella in aula per i14 Soft Skill Labs

Avere una percezione chiara di ciò che si è, ma anche di quello che, nel corso del nostro cammino ci si presenta davanti, ci fa comprendere fin dove possiamo spingerci e quando invece, dobbiamo fermarci. Quando viviamo senza visione, viviamo “in sequenza”. Affrontiamo le cose non appena arrivano, le subiamo.

Al contrario, vivere consapevolmente, essere custodi di certezze, avere una visione chiara di noi e di tutto ciò che è oltre noi, ci porta ad essere pronti, ad essere già sulla barca prima che l’onda ci travolga. Grazie alle certezze acquisite, possiamo fissare degli obiettivi chiari e raggiungerli con più facilità.

Se la consapevolezza è la prima alleata nel costruire la nostra capacità di visione, è la strategia a fare la differenza. Walesa è esempio di uomo strategico.

A volte siamo così presi dalle nostre idee, dai nostri progetti, dai nostri obiettivi da non accorgerci di quello che accade fuori di noi. Arriviamo a cambiare strategia solo ad evento accaduto, perché costretti dalla situazione. Con l’aiuto di Marco Rotella apprendiamo come cambiare strategia per attuarne una migliore, lavorando in anticipo. Se sono consapevole dei miei obiettivi, sarò in grado di orientarmi verso la strategia più utile alla situazione che ho davanti. Se sono disposto ad impegnarmi, posso raggiungere obiettivi che prima non credevo possibili.

Come Lech, impariamo a “vederci in un valore”, ad agire orientati in una direzione chiara. Da questa direzione si generano degli effetti, che si traducono in attività. Grazie a questo, un valore diventa una realtà concreta: quella che abbiamo pianificato.

E’ così che facciamo la differenza in modo concreto e consapevole.

Con l’esempio di Walesa raggiungiamo una prima grande consapevolezza: lavorando sulle nostre capacità con allenamento, costanza e disciplina siamo in grado di costruire un piano d’azione, attuare strategie efficaci e raggiungere obiettivi concreti.

Emanuela Mirizzi

Stagista HR Neetra

Leave a Comment